raccolta indumenti usati

LAVORO e SOLIDARIETÀ
Società Cooperativa Sociale S.C.S.

Non gettare il tuo abbigliamento usato nei rifiuti. Raccolto separatamente sarà RI-USATO o RI-CICLATO.
Per produrre l'abbigliamento si consumano materie prime ed energia. Per produrre altre materie prime ed energia si emettono inquinanti che rendono nociva l'aria che respiriamo e Co2, gas ad effetto serra che danneggia il clima.

Per limitare questi effetti dannosi dobbiamo raccogliere in modo differenziato i rifiuti di casa in modo che possano essere più facilmente riciclati. Normalmente la raccolta domestica riguarda la carta, il vetro e le lattine, la plastica, i rifiuti organici (scarti di cibo) ed il cosiddetto "indifferenziato" ossia tutto il resto che non rientra nelle categorie sopraelencate.

Ci sono quindi oggetti che non hanno una raccolta differenziata specifica, come ad esempio i piccoli elettrodomestici, l'elettronica, i materassi, gli occhiali, i vestiti o le scarpe.

La cooperativa "Lavoro e Solidarietà", attraverso oltre 1.500 contenitori stradali collocati a seguito di regolari convenzioni sottoscritte con Comuni o loro Consorzi, raccoglie separatamente l'abbigliamento usato (frazione tessile dei rifiuti cod. CER 20.01.10 e 20.01.11) per avviarlo al RI-USO o al RI-CICLO.

Nel caso del RI-USO l'abbigliamento viene venduto in Paesi dove le persone hanno meno soldi che in Europa e così spendendo poco possono comprare vestiti e scarpe che possono ancora durare qualche anno. In questo modo non viene prodotto altro abbigliamento per il quale sarebbero state consumate materie prime ed energia.

Nel caso del RI-CICLO l'abbigliamento usate non in buono stato viene smontato e si procede a recuperare i materiali che lo compongono e che possono essere riciclati e riusati per altri scopi, come pezzame industriale, imbottiture o filati nuovamente riutilizzabili.

LA NOSTRA ATTIVITÀ É POSITIVA PER:

  • 1) L'ambiente perché si risparmiano materie prime ed energia riducendo le emissioni inquinanti dannose per la salute e per il clima.

  • 2) Per le nostre famiglie perché riducendo il quantitativo di rifiuti smaltiti si riducono i costi dello smaltimento in discarica o inceneritore. Considerando che smaltire nel termovalorizzatore di Torino costa circa 120 Euro/ton. La nostra raccolta di 5.000 t/anno fa risparmiare alla collettività 600.000 euro all'anno più il trasporto.

  • 3) Per i posti di lavoro perché con il valore dell'abbigliamento usato raccolto la Cooperativa Lavoro e Solidarietà riesce a creare e sostenere oltre 30 posti di lavoro dei quali 1/ destinato a soggetti svantaggiati senza alcun costo per la collettività.

standard-element-image
standard-element-image



60% - Vestiti d'occasione
20% - Utilizzo industriale, pezzame
18% - Sfilacciatura
2% - Discarica